Marco Sau e il precedente benaugurante di Luca Caldirola

Marco Sau è un calciatore del Benevento. La conferma arriva stamani anche dal sito Ottopagine.it, secondo il quale l’attacante sardo ha raggiunto l’accordo economico con la società e farà le visite in città lunedì prossimo. Il giorno dopo partirà alla volta di Moena per mettersi a disposizione del tecnico Pippo Inzaghi.

L’ingaggio di Pattolino (soprannome affibbiatogli da un cugino che era incapace di pronciare il suo nome quand’erano bambini) rappresenta senza dubbio un colpo suggestivo per la Strega. Attaccante moderno dotato di un grande guizzo, Sau può rappresentare un’arma micidiale per l’attacco giallorosso, soprattutto per la sua capacità di attaccare la profondità. Una dote, quest’ultima, che sicuramente tornerà molto utile a Super Pippo che, com’è noto, predilige l’aggressione alta sui portatori di palla in modo da far scattare rapide e ficcanti ripartenze.

L’unica incognita, al momento, è rappresentata dalle condizioni fisiche dell’attaccante sardo che, dopo gli anni di massimo splendore con il Cagliari, ha conosciuto un periodo di appannamento dovuto agli innumerevoli problemi muscolari patiti. Problemi che l’hanno privato di quell’esplosività atletica che gli aveva consentito di approdare persino nel giro della Nazionale. Un aspetto su cui sicuramente avranno riflettuto a lungo sia il presidente Oreste Vigorito che il diesse Pasquale Foggia, già scottati dall’operazione Antonio Nocerino della scorsa estate.

C’è un dato che, però, induce all’ottimismo, ovvero il precedente di Luca Caldirola. Anche il difensore ex Werder Brema quando a gennaio approdò al Benevento veniva da un lungo periodo di inattività conseguente un grave infortunio. Molti pensarono all’ennesimo pacco e, invece, sin dal primo impatto con il campo Caldirola si è rivelato un acquisto azzeccatissimo e oggi rappresenta uno dei punti di forza della squadra.

Se il bomber della Barbagia, accanto a Coda, dovesse ripetere l’exploit del difensore di Desio, il Benevento si ritroverebbe con una delle coppie d’attacco più forti della serie cadetta. Ed è bene ricordare che negli ultimi due anni a vincere la Serie B sono state proprio le squadre con le coppie d’attacco più prolifiche: basti pensare all’Empoli della coppia Caputo-Donnarumma o al Brescia della coppia Donnarumma-Torregrossa.

Precedenti che, dunque, eccitano la fantasia dei tifosi del Benevento che, a questo punto, non vedono l’ora di vedere all’opera Marco Sau al Ciro Vigorito nell’esordio stagionale di Coppa Italia, in programma il prossimo 11 agosto.

Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 341 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Rispondi