Il Benevento “asfalta” la Salernitana e lancia un forte segnale alle rivali

Foto Lapress, tratto dal sito della Gazzetta dello Sport

Le rivali sono avvertite: il Benevento c’è. Il poker rifilato ieri sera a una Salernitana spigolosa e compatta fino a quando è rimasta in partita è un infatti forte segnale alle dirette concorrenti per la promozione in Serie A, anche perché, al di là delle quattro reti realizzate, per la prima volta in questo campionato la porta di Puggioni è rimasta inviolata.

La partita di ieri sera ha, tra l’altro, evidenziato i progressi di capitan Maggio che, oltre a riscattare pienamente la deludente prestazione di Venezia, è apparso anche più tonico dal punto di vista fisico. Senza dimenticare, inoltre, che l’ex difensore del Napoli ha ritrovato l’appuntamento con il gol, che mancava dal lontano 5 novembre 2015 allorquando mise a segno una rete contro il Midtjylland in Europa League.

Ottimo anche il contributo del sempre più convincente Billong che, assieme al compagno di reparto Volta, ha eretto un vero e proprio muro sul quale sono andati ad infrangersi sia il possente Djuric che il guizzante Yallow, che pure domenica scorsa aveva letteralmente polverizzato la difesa del Padova con le sue micidiali progressioni a campo aperto.

Ma la forza del Benevento è stata soprattutto la capacità di ripartenza quando i granata, all’inizio del secondo tempo, hanno concesso qualche spazio nel tentativo di rimontare lo svantaggio maturato nei primi quarantacinque minuti. Tello, Improta, Ricci e il subentrante Insigne hanno rappresentato una vera e propria spina nel fianco per la difesa della Salernitana e l’ingresso di Asencio, al posto dell’esausto Coda, ha dato il colpo finale alla squadra di Colantuono che pure per una buona mezz’ora, nel primo tempo, aveva dato l’impressione di poter controllare la partita senza grossi affanni.

In definitiva, il trittico della verità (Salernitana, Cittadella e Foggia) è stato inaugurato nel migliore dei modi e il Benevento, pur con una partita in meno a causa del turno di riposo osservato alla seconda giornata di campionato, già intravede la testa della classifica che, com’è noto, è saldamente occupata proprio da quel Cittadella che il Benevento dovrà affrontare in trasferta nel prossimo turno.

Una partita, quella di martedì prossimo, che gli uomini di mister Bucchi potranno giocare con maggiore tranquillità e consapevolezza nei propri mezzi dopo il poker di gol rifilato ieri sera alla Salernitana. Una vittoria che, tra l’altro, ha anche consentito di interrompere un digiuno negli scontri diretti che durava dal 10 novembre 1985, quando il Benevento si impose tra le mura amiche grazie a una rete di Baldassarri.

 

Commenta con Facebook
Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 364 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.