Gustoso siparietto in sala stampa, nel Benevento c’è grande armonia

Foto tratta dal profilo Facebook del Benevento Calcio

C’è un’immagine del clima che regna nel Benevento, dopo la vittoria di misura contro il Cittadella: il siparietto andato in scena nel dopopartita durante la conferenza stampa del tecnico Cristian Bucchi. All’improvviso sull’uscio della sala stampa è apparso il presidente Oreste Vigorito, accompagnato dal direttore sportivo Pasquale Foggia. Si era alle battute finali e un giornalista ha chiesto a Bucchi cosa si aspettasse dalle prossime tre partite con Foggia, Pescara e Livorno. Vigorito, rimasto sull’uscio della sala stampa, ha improvvisamente iniziato a gesticolare mostrando entrambe le mani aperte per indicare i 9 punti. E giù un gran sorriso che ha contagiato anche il tecnico che, a sua volta, è riuscito a stento a trattenere un sorriso di grande complicità mentre si sforzava di rispondere al giornalista che aveva posto la domanda. Nel frattempo, Pasquale Foggia assisteva compiaciuto e sorridente alla scena e invitava bonariamente il presidente a desistere, quasi a dire: “Aspetta almeno che finisca la conferenza stampa”.

La grande intesa

Ecco, è questa l’immagine del clima che regna all’interno della Strega, e soprattutto della grande intesa che c’è tra l’allenatore, il direttore e il presidente Vigorito. Patron che, va ricordato, mai ha perso la fiducia che aveva riposto in estate in Bucchi, neanche nel periodo più difficile: quello del silenzio stampa e dei continui summit a tre.

Ed è proprio quest’intesa la vera forza del Benevento che, da stasera, si ritrova a tre punti dal Palermo, che lo precede al secondo posto, e a quattro dalla capolista Brescia. Entrambe, però, hanno disputato una partita in più della Strega e soprattutto i siciliani dovranno osservare il turno di riposo la prossima settimana.

La zona promozione diretta ad un passo

Insomma, il Benevento è a un passo dalla zona della promozione diretta e, grazie ad una striscia di 8 risultati utili consecutivi (5 vittorie e 3 pareggi) si candida a giocare un ruolo da protagonista nella corsa finale. Il tutto grazie alla svolta di Carpi e ad un assetto tattico che magari regala poco allo spettacolo ma in compenso si sta rivelando molto redditizio.

Lo stesso atteggiamento tattitco che bisognerà mettere in campo anche sabato prossimo a Foggia, dove ci sarà da affrontare un avversario temibile e spigoloso. Una squadra, quella pugliese, da affrontare con le molle, così come il Benevento ha affrontato oggi con sapienza l’ostico Cittadella. Palla in avanti e via, senza senza scoprirsi troppo perchè, come si è visto anche ieri sera a Palermo (e Bucchi lo ha rimarcato in conferenza stampa), le partite in questa fase della stagione si decidono spesso sugli episodi e non grazie al bel gioco.

 

Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 341 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Rispondi