Pippo Inzaghi allenerà il Benevento per (ri)tentare la Serie A

Il Benevento ripartirà da Filippo Inzaghi per tentare nuovamente la scalata alla massima serie. L’ex campione del mondo ha, infatti, accettato la proposta di contratto annuale formulatagli dal presidente Oreste Vigorito. Per l’ufficializzazione manca soltanto il via libera del Bologna, a cui il tecnico piacentino è legato contrattualmente fino al 30 giugno 2020. La presentazione ufficiale è stata già fissata per il 6 luglio, alla vigilia della partenza della squadra giallorossa per il ritiro di Pinzolo (dal 7 al 20 luglio) e Moenia (dal 21 al 31 luglio).

Super Pippo, dopo l’amara esperienza alla guida del Bologna (appena 2 vittorie in 19 partite e il conseguente esonero avvenuto lo scorso 28 gennaio), ha dunque deciso di ripartire dal capoluogo sannita per riconquistare quella Serie A assaporata per la prima volta nella stagione 2014/2015, quando il presidente Berlusconi gli affidò la guida del Milan, e sfiorata nella stagione 2017/2018, quando invece allenava il neopromosso Venezia.

A convincere Inzaghi ad accettare le lusinghe del Benevento, oltre alle ambizioni del patron Vigorito, è stato probabilmente anche il rapporto di grande amicizia che lo lega al direttore sportivo giallorosso Pasquale Foggia: i due si conobbero in Nazionale e Super Pippo, durante un ritiro, regalò al compagno la maglia azzurra con cui aveva vinto il Mondiale del 2006.

(tratto dal Corriere del Mezzogiorno)

Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 341 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Rispondi