Il Palermo trova in extremis i soldi per evitare la penalizzazione

Foto tratta dal profilo Facebook del Palermo Calcio

Il Palermo Calcio ha trovato i soldi per gli stipendi proprio sul filo di lana, anche se per avere la certezza assoluta bisognerà comunque attendere ancora qualche ora. Quando c’è di mezzo Zamparini  (che, ricordiamolo, ancora detiene il pacchetto di maggioranza della società), infatti, i colpi di scena sono all’ordine del giorno.

La svolta è arrivata nella tarda serata di ieri, quando nessuno più ci sperava. La confermata è arrivata da un comunicato ufficiale della società: “L’U.S. Città di Palermo e la Damir srl annunciano con soddisfazione di aver raggiunto un’intesa grazie alla quale sarà possibile proseguire con rinnovato entusiasmo il cammino verso la promozione. Si apre così, con l’appassionata partecipazione di un imprenditore locale, una nuova fase della storia del Palermo, che ci si ripromette di portare all’altezza della città e della tifoseria. Il presidente del Palermo, Rino Foschi, ringrazia la famiglia Mirri per lo sforzo e la disponibilità dimostrati in questi giorni, a testimonianza del grande attaccamento ai colori rosanero e alla città di Palermo”.

Enrico Preziosi alla finestra

Nella giornata odierna, quindi, l’azienda palermitana verserà il bonifico da 2,8 milioni di euro, soldi che serviranno a Foschi per pagare gli stipendi di novembre e dicembre ai calciatori ed evitare così i 3 punti di penalizzazione in classifica. Secondo quanto riporta oggi Il Giornale di Sicilia per rilevare nei prossimi giorni l’intero pacchetto azionario ci sarebbe Enrico Preziosiquale nome «forte» della cordata. Restano in ballo York Capital e la holding italiana Carisma, ma ogni discorso relativo alla vendita del pacchetto azionario è rimandato a domani. Oggi bisogna mettere i soldi sul piatto e versare d’urgenza i bonifici per gli stipendi“.

Commenta con Facebook
Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 356 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Rispondi