Contro lo Spezia la vittoria è d’obbligo, occorre cancellare le sconfitte di Livorno e Cremona

Foto di Saverio Minicozzi

Questo pomeriggio contro lo Spezia sarà assolutamente vietato sbagliare. Un’ulteriore sconfitta, dopo quelle patite con Livorno e Cremonese, rischierebbe di tagliare fuori il Benevento dalla lotta per la promozione diretta in Serie A. Di qui la scelta del tecnico Cristian Bucchi di affidarsi nuovamente al collaudato trio di centrocampo composto da Crisetig, Bandinelli e Buonaiuto. “Voglio che le mezzali accompagnino sempre l’azione – ha spiegato ieri durante la consueta conferenza stampa settimanale – e queste caratteristiche ce l’hanno Bandinelli e Buonaiuto, per questo hanno giocato spesso. A Livorno la loro prestazione non è stata positiva, quindi è stato anche giusto farli riposare e mettere dentro Viola che stava molto bene“.

Per il resto l’unico dubbio di formazione riguarderà la difesa dove il tecnico giallorosso spera di recuperare Caldirola, da affiancare a Volta e Antei nel trio dei centrali. Confermati, quindi, sia la coppia CodaInsigne in attacco che il duo composto da Letizia e Improta sulle fasce laterali. Bucchi anche ieri ha difeso a spada tratta i suoi ragazzi: “Chiunque può sbagliare una partita, le hanno sbagliate anche le nostre avversarie. A Cremona abbiamo trovato un terreno pieno zeppo di buche, contro una squadra che ha rinunciato ad attaccare. Un match del genere poteva essere sbloccato solo su calcio piazzato o su errore individuale. Il nostro unico sbaglio è stato quello di prendere gol, altrimenti avremmo portato a casa un punto meritato“.

Il momento no dello Spezia

Resta, però il dato delle due sconfitte consecutive e la necessità di vincere oggi contro lo Spezia che certamente non è un aversario facile, a dispetto delle quattro sconfitte subite nelle ultime cinque partite. I liguri nelle ultime settimane sono stati, infatti, molto condizionati dalle vicende giudiziarie che hanno coinvolto i vertici della società e dai conseguenti riflessi che potrebbero esserci sul piano sportivo per il ricorso presentato dal Livorno. Il direttore generale Guido Angelozzi ha provato, però, a rassicurare l’ambiente: “Non posso che ribadire che le procedure per il tesseramento di Okereke sono state effettuate in modo corretto”. La patata bollente è ora passata nelle mani della Procura Federale, mentre Okereke, autore di una super prestazione all’andata, sarà regolarmente in campo. La zona paly off è ad un solo punto e lo Spezia, al pari del Benevento, non può permettersi ulteriori passi falsi.

Quella odierna, quindi, sarà una gara molto delicata, da affronatare con il coltello tra i denti. Il momento della stagione è particolarmente delicato e nessun avversario può essere sottovalutato. Basta chiedere notizie al Pescara che nell’anticipo di ieri sera è stato fermato all’Adriatico sull’1-1 da un Cosenza che pure veniva da due sconfitte consecutive. Il Benevento, tra l’altro, vincendo oggi scavalcherebbe nuovamente in classifica la squadra di Pillon. Un motivo in più, dunque, per riprendere la marcia verso la vetta della classifica.

Condividi:
Informazioni su Billy Nuzzolillo 412 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore su Ottochannel 696 TV.

Commenta per primo

Rispondi