Costanzo Jannotti Pecci: “Sviluppo penalizzato”

Benevento – “Da decenni affermiamo che per avviare processi di sviluppo concreti e duraturi, per dare vita a circuiti economici virtuosi, il territorio sannita ha bisogno di alcune precondizioni, sia per quanto riguarda gli operatori locali che per quanto riguarda la capacità di attrarre investimenti dall’esterno. Occorre, cioè, creare un humus che favorisca la crescita e che renda competitiva l’area”.  A ribadirlo è Costanzo Jannotti Pecci, dal 2002 al vertice della locale Confindustria, oltre che presidente nazionale di Federturismo e Federterme.

“Basta guardare gli indici sulla dotazione infrastrutturale del territorio sannita, in relazione anche alle altre province campane, per rendersi conto che siamo sempre collocati all’ultimo posto – prosegue Jannotti Pecci -. Un gap storico, che finalmente si sta cercando di colmare attraverso una corretta e mirata politica infrastrutturale. Una politica di programmi e progetti, frutto di uno sforzo sinergico e di intese istituzionali tra i vari soggetti presenti sul territorio: dalla Provincia al Comune capoluogo, dalla Confindustria alle organizzazioni sindacali”.

Il riferimento è, innanzitutto, all’intesa istituzionale tra Governo e Regione Campania del 2001, che prevede la costruzione dell’autostrada Caserta-Benevento. Un intervento che da solo, però, non basta a risolvere i problemi legati all’atavico isolamento delle zone interne della Campania.

Per il leader degli industriali, che è anche amministratore delegato dell’Impresa Minieri Spa, a cui fanno capo le terme di Telese ed il Grand Hotel, vi sono anche altre priorità da affrontare: “Oltre al collegamento veloce con Napoli, va creato un sistema a rete: penso al raddoppio della Telese-Caianello, all’aeroporto di terzo livello, alla diga di Campolattaro, al sistema di cablaggio di alcune aree strategiche della provincia, ad iniziare dal comune capoluogo. Confindustria, considerando queste opere urgenti ed indispensabili, svilupperà nei prossimi mesi il massimo dell’impegno affinché esse vengano cantierate nel corso dell’anno o, quanto meno, vengano inserite in una programmazione esecutiva a breve termine. Punteremo, inoltre, ad un raccordo operativo con le associazioni di Caserta, Avellino o Campobasso, anch’esse interessate alla realizzazione di alcune opere, così come coinvolgeremo attivamente anche la Fondazione Mezzogiorno Tirrenico, in modo da avere un adeguato supporto logistico”.
BILLY NUZZOLILLO (dal Sole 24 Ore Sud del 30/01/2004)

Condividi:

Informazioni su Billy Nuzzolillo 351 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi