Bye bye Martin

Fuori due. Dopo la rescissione di Antonio Nocerino delle scorse settimane, ieri è stata la volta di Martin Bukata. Il centrocampista slovacco ha, infatti, capito che la sua esperienza al Benevento era ormai giunta ai titoli di coda e ha accettato di buon grado l’invito a rescindere rivoltogli dalla società di via Santa Colomba.

In realtà, l’avventura dell’ex giocatore del Piast Gliwice a Benevento non è mai iniziata a causa dei problemi fisici accusati sin dal ritiro di Cascia e il suo addio libera un ulteriore posto a centrocampo, il reparto che assieme alla difesa a risentito maggiormente della catena di infortuni che ha contrassegnato la prima parte della stagione dei giallorosssi.

Anche Costa ai saluti finali

E un’altra casella potrebbe liberarsi nelle prossime ore in difesa con l’addio di Andrea Costa. I rumors di mercato lo danno, infatti, prossimo all’accordo con il Foggia che, com’è noto, è, alla ricerca di un difensore che sostituisca l’infortunato Michele Camporese.

Il centrale emiliano, lo si è scoperto nelle scorse ore, quest’estate aveva accettato di ridursi l’oneroso ingaggio accordatogli dall’ex direttore sportivo Di Somma spalmandolo su più anni. Una scelta che, a questo punto, faciliterà il suo addio e consentirà al Benevento di puntare sull’acquisto di un difensore più integro e affidabile dell’ex Empoli, Sampdoria e Bologna, ormai inviso a larga parte della tifoseria sannita.

 

Condividi:

Informazioni su Billy Nuzzolillo 303 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi