Roberto Insigne confessa: “I tifosi del Benevento ci sono sempre molto vicini”

Foto di Saverio Minicozzi

Lunga intervista di Roberto Insigne al quotidiano Il Mattino oggi in edicola. Tra i temi trattati anche il momento no del Benevento: “Le cose non vanno per il verso giusto: un po’ di sfortuna e non solo. Noi ci mettiamo anche del nostro: facciamo tanti errori. Contro il Livorno, ad esempio, non siamo praticamente scesi in campo e si è visto. Anche a Cremona. Con lo Spezia, invece, siamo stati sfortunati. Loro hanno fatto 3 tiri in porta 3 gol. Stiamo passando solo un brutto momento. Speriamo passi presto“.

Il fratello minore di Lorenzo il magnifico si sofferma poi anche sulle sue prestazioni in giallorosso e sul rapporto con i tifosi: “Sto passando un bel periodo. Mi sento bene e mi dispiace per le tre sconfitte consecutive. Ora devo fare bene per la squadra e non solo per me anche perché i tifosi qui ci stanno sempre molto vicino. La partita che ricordo con più piacere è quella contro il Crotone. Non giocavo da un mese e mezzo: abbiamo vinto, ho fatto gol e ho procurato un rigore“.

Un accenno, infine, anche al nuovo ruolo cucitogli addosso dal tecnico Cristian Bucchi: “Sono nato esterno d’attacco a destra, ma con questo nuovo modulo mi trovo benissimo a fare la seconda punta. Esalta tutte le mie qualità“.

 

Condividi:

Informazioni su Billy Nuzzolillo 307 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi