Il Benevento sogna l’impresa con l’Inter

Foto tratta dal profilo Facebook del Benevento Calcio

Sarà un Benevento voglioso di fare l’impresa quello che, stasera alle 18, scenderà in campo a San Siro per affrontare l’Inter di Luciano Spalletti. L’obiettivo dichiarato è, infatti, quello di proseguire il cammino nella Tim Cup dove, quest’anno, i sanniti sono approdati per la prima volta negli ottavi di finale. Dopo aver sbancato Udine ed eliminato il Cittadella, la squadra di Bucchi proverà a fare lo sgambetto ai neroazzurri approfittando anche dell’assenza di pubblico sugli spalti del Meazza a seguito della squalifica comminata dal giudice sportivo.

Bucchi sembra intenzionato a riproporre il 3-5-2, un assetto tattico che garantisce maggiore equilibrio e solidità difensiva. Recuperati durante la recente sosta i numerosi calciatori alle prese con vari malanni fisici, il tecnico giallorosso dovrà comunque fare a meno dello squalificato Massimo Volta (che verrà sostituito da Alessandro Tuia) e dell’infortunato Nicolas Viola.

Il mercato

Il direttore sportivo Pasquale Foggia è, intanto, alla ricerca del sostituto di Antonio Nocerino, che ha recentemente rescisso, e segue con attenzione Jacopo Dezi del Parma. Con lui potrebbe arrivare anche l’attaccante Fabio Ceravolo, che ha rifiutato la Cremonese e il cui ritorno è invocato a gran voce dai tifosi.

Un acquisto, quest’ultimo, che comunque non precluderebbe l’eventuale permanenza di Samuel Armenteros, rientrato dal prestito al Portland Timbers. Bucchi ha, infatti, chiesto alla società di aggregarlo alla squadra per saggiarne l’adattabilità alla serie cadetta e le motivazioni. Armenteros, non va dimenticato, arrivò nel Sannio due estati fa dall’Heracles Almelo, squadra con cui aveva messo a segno 19 gol in 29 partite nell’Eredivisie.

Sempre sul fronte degli acquisti, il Benevento è anche alla ricerca di un difensore centrale che possa sostituire l’ex Empoli e Sampdoria Andrea Costa, richiesto dal Foggia per supplire all’assenza dell’infortunato Michele Camporese. L’obiettivo principale resta Federico Barba del Chievo Verona, un calciatore che all’occorrenza può essere impiegato anche come esterno. L’alternativa è Marco Capuano del Frosinone. Occhi puntati anche sul promettente centrocampista del Gelbison Salvatore Esposito (classe 2.000) che, però, potrebbe essere acquistato a gennaio e lasciato a maturare in Serie D fino all’estate.

(tratto dall’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno)

Condividi:

Informazioni su Billy Nuzzolillo 303 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi