Il Tribunale Federale ha deciso: Palermo Calcio retrocesso in Serie C

Palermo Calcio retrocesso all’ultimo posto della classifica del campionato di Serie B appena concluso, e quindi rosanero retrocessi in Serie C. E’ questa, riferisce l’ANSA, la sentenza del Tribunale Federale Nazionale della Figc sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura alla società siciliana. Il tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ex presidente Zamparini.

La Procura federale, che com’è noto aveva ereditato gli atti dai magistrati palermitani di fronte ai quali Zamparini andrà a processo il 2 luglio, aveva contestato agli ex amministratori del club siciliano ripetuti illeciti amministrativi, in virtù dei quali il Palermo avrebbe ottenuto le iscrizioni a tre campionati consecutivi, dal 2015 al 2017. Il “quadro descritto emerge in tutta la sua gravità“, scrivono i giudici di primo grado. Entro dieci, massimo quindici giorni si discuterà l’appello. Intanto i playoff vanno verso il rinvio.

In virtù della sentenza emessa dal Tribunale Federale Nazionale, il Venezia è ora ufficialmente salvo, mentre il play out vedrà la Salernitana affrontare il Foggia.

Sul fronte dei play off, invece, al posto del Palermo torna in corsa il Perugia, con Benevento e Pescara nuove teste di serie. Nel primo turno l’Hellas Verona affronterà proprio il Grifo mentre lo Spezia se la dovrà vedere con il Cittadella.

Club di B sul piede di guerra: “Sul caso Palermo si decida subito”

La Serie B è in subbuglio in attesa di conoscere il destino del Palermo, alle prese con il deferimento
della Procura federale che prospetta «il falso in bilancio negli ultimi tre esercizi». Un’accusa gravissima che potrebbe determinare provvedimenti pesanti. Ma se il verdetto del Tribunale Nazionale Federale verrà preso dopo la disputa dei play off dovrà evidentemente avere efficacia la prossima stagione.

Ma in quale campionato si chiede oggi la Gazzetta dello Sport? “Con le attuali norme se il club siciliano dovesse conquistare la promozione in Serie A un’eventuale esclusione sarebbe a beneficio della terzultima della massima serie. E’ il motivo per cui in queste ore frenetiche molte società premono perché venga fatta chiarezza sulla posizione del Palermo prima che cali il sipario sulla regular season. I più arrabbiati addirittura minacciano un boicottaggio di massa a playoff e playout. E convocano summit informali per la prossima settimana. Sì, perché i legali delle società in fondo alla classifica fanno notare che il deferimento prospetta inadempienze che potrebbero portare all’esclusione del campionato. Un’eventualità estrema che evidentemente mette in gioco gli interessi proprio di tutti. Ma anche una robusta penalizzazione riscriverebbe la griglia delle squadre qualificate ai play off“.

Quando verrà fissata l’udienza tanto attesa? La data-limite è quella di venerdì 10 maggio. Se si va oltre, quindi occhio quindi alle ripercussioni.