Il Mattino: Schiattarella più vicino, Montipò nel mirino del Toro

Pasquale Schiattarella e Benevento sempre più vicini. La conferma arriva oggi dal quotidiano Il Mattino: “L’entourage della mezzala, che ha da tempo trovato l’intesa economica col Benevento, è ormai vicinissimo all’accordo con la Spal per la risoluzione del contratto. Se non ci dovessero essere ulteriori intoppi (visto che in ballo ci sarebbe anche una piccola buonuscita), entro la fine di questa settimana l’operazione subirà una concreta accelerata. Il Benevento è stato chiaro con Schiattarella: considerato che non ha la minima intenzione di versare un indennizzo al club estense per un calciatore in lista di sbarco, tocca direttamente a lui convincere la Spal a liberarlo senza nulla a pretendere. Schiattarella insieme al suo staff negli ultimi giorni si è adoperato proprio in questa direzione, ben sapendo che non rientra più nei piani tecnici del club ferrarese. Il giocatore ha difatti la ferma intenzione di trasferirsi a Benevento, anche per avvicinarsi a casa (è originario di Mugnano di Napoli) e per gestire più da vicino la “PS28 Academy”, la scuola calcio che porta il suo nome inaugurata ai primi di maggio nel quartiere partenopeo di Chiaiano. Per Schiattarella si tratterebbe di un ritorno visto che ha militato nel settore giovanile giallorosso nella stagione 2002/2003, prima di spiccare il volo verso una lunga e fulgida carriera che lo ha visto protagonista in A e B“.

Il quotidiano napoletano conferma, inoltre, l’interesse della società giallorossa per il giovane centrocampista Jacopo Segre del Torino, lo scorso anno 29 presenze e 3 reti a Venezia: “Nella chiacchierata per Segre – spiega Luigi Trusio – si è parlato anche di Lorenzo Montipò: per il Torino è uno dei candidati al ruolo di vice-Sirigu insieme a Paleari del Cittadella. Il Benevento ha fatto un investimento sul portiere rilevato dal Novara spendendo in tutto, tra prestito e riscatto, circa un milione. Per adesso non c’è stato ancora alcuno scatto in avanti da parte del club granata, ma se dovesse arrivare un’offerta importante (non esclusa come soluzione il prestito con obbligo di riscatto) il Benevento ci penserebbe eccome. Ma poi sarebbe costretto a trovarsi un nuovo portiere titolare, e in quel caso l’alternativa a Montipò sarebbe proprio quel Paleari in corsa per fare il dodicesimo al Toro, una vera e propria saracinesca nella semifinale playoff costata ai giallorossi la Serie A“.

Gazzetta: Sau chiama, Schiattarella risponde

Non è per nulla un mercato piatto. La Serie B sta nascendo con 20 squadre profondamente rinnovate. E il bello deve ancora arrivare. Si sta esaurendo l’effetto Palermo-Foggia, con tanti svincolati di lusso che hanno calamitato tante attenzioni, e ci sono ancora importanti opzioni per giocatori rientrati in A pronti a tornare ad arricchire la B“.

Esordisce così l’articolo che la Gazzetta dello Sport dedica oggi al mercato della serie cadetta. Articolo  che promuove a pieni voti il  Benevento, ritenuto il vero protagonista di questa prima fase di trattative, anche se – chiarisce Nicola Binda – anche “le altre non dormono“.

Sempre secondo Gazzetta, il colpo più importante messo a segno finora è proprio l’acquisto di Marco Sau, a cui a breve potrebbe aggiungersi un’ulteriore perla: Pasquale Schiattarella.

CorSport e Mattino: oggi incontro decisivo per Schiattarella al Benevento

Può essere oggi il giorno di Pasquale Schiattarella al Benevento. Il centrocampista della Spal ha un incontro con il diesse giallorosso Foggia da cui può scaturire la chiusura positiva della trattativa“. A scriverlo è oggi il Corriere dello Sport che aggiunge: “Un accordo di massima sembra già esserci e Schiattatarella, che ha già vestito la maglia della Primavera giallorossa nel 2002-2003, può tornare nel Sannio a distanza di 16 anni. Foggia non ha perso neanche le speranze per Mirco Antenucci, nonostante la forte concorrenza del Bari“.

La notizia dell’incontro in programma oggi tra il diesse sannita Pasquale Foggia e il procuratore del centrocampista della Spal, Augusto Carpeggiani, per chiudere l’affare è confermata anche da Il Mattino: “L’intesa è vicina e la Spal non si opporrà alla sua partenza, anche perchè in questo modo il club ferrarese libererebbe uno slot contrattuale di un anno. Col Benevento Carpeggiani lavora su un’intesa biennale (e possibilità di opzione per il terzo anno) e con Foggia si parlerà anche di Leonardo Mancuso, altro assistito dell’agente partner di Italian Manager Group“.

CorSport: arriverà anche Pasquale Schiattarella, dopo Kragl

Un matrimonio ritardato ma scritto da tempo: era destino che Oliver Kragl e il Benevento si dovessero incrociare“. A scriverlo è oggi Tullio Calzone sul Corriere dello Sport, che aggiunge: “Il presidente Oreste Vigorito avrebbe voluto consumarlo già un paio d’anni fa. Ma le pretese economiche del calciatore (un quadriennale a cifre probitive in B anche per il facoltoso magnate dell’eolico ) avevano raffreddato i rapporti ed evitato l’intesa. Che invece sembra diventata ora realtà. Il tedesco indosserà la maglia della Strega nella prossima stagione, pronto a mettersi al servizio di Pippo Inzaghi e a dare il proprio contributo per una stagione da vertice. Fallita la A con Bucchi ai playoff, il patron sannita vuole riprovarci ed è andato sul concreto scegliendo un allenatore senza troppi fronzoli per la testa, ma comunque in grado di giocarsela con chiunque alla pari, come dimostrato a Venezia e, poi, a tratti anche alla guida del Bologna in A. Nel nuovo scacchiere giallorosso l’esterno tedesco è destinato a recitare un ruolo importante non solo per le sue punizioni fulminanti che hanno già fatto male anche alla Strega. Il Benevento gli ha proposto un contratto triennale che verrà ufficializzato solo quando il Consiglio Federale certificherà  l’esclusione, già certa, dal professionismo del Foggia. Dopo la retrocessione, come noto, i Sannella non hanno iscritto il club nemmeno in C. Il Benevento è vicino anche a Pasquale Schiattarella, centrocampista della Spal oltre che a Mirco Antenucci in uscita dal sodalizio ferrarese. Il portiere Cristian Puggioni dovrebbe rescindere il contratto“.

Sempre secondo il Corriere dello Sport, infine, l’Empoli di Bucchicontinua a insistere per rilevare il contratto di Massimo Coda che sta trattando il rinnovo con il club giallorosso“.

In giornata si chiude per Kragl, più vicini anche Antenucci e Schiattarella

A pochi giorni dalla partenza per il ritiro di Pinzolo le trattative di mercato del Benevento hanno subito una decisa accelerata.

Quasi chiusa la trattativa per l’acquisto di Oliver Kragl che, com’è noto, nei prossimi giorni si svincolerà dal Foggia. Come riferito ieri sera da Gianluca Di Marzio e confermato stamani anche dalla Gazzetta dello Sport, l’accordo tra il mediano tedesco e il Benevento è infatti praticamente cosa fatta. L’unico ostacolo è rappresentato dall’incontro in programma oggi tra l’agente del calciatore e il direttore sportivo della Spal Vagnati. Kragl non è insensibile alle sirene della Serie A, ma difficilmente la società estense potrà pareggiare l’allettante offerta fatta dal Benevento. Ragion per cui , come spiega la stessa Gazzetta dello Sport, “oggi il giocatore può dire sì e avviarsi alla firma“.

Secondo il Corriere dello Sport, “la Strega e Mirco Antenucci (34) potrebbero presto trovare un accordo per vestire di giallorosso l’attaccante di Termoli. Oltre all’attacco il Benevento è interessato a rinforzare il reparto di centrocampo: al di là dei nomi sempre gettonati di Pinato e Falzerano, spunta con decisione dal notes di Foggia il nome di Pasquale Schiattarella (32), in uscita dalla Spal“.

La Gazzetta si sofferma, invece, sugli incroci tra la Strega e l’Empoli di Cristian Bucchi: “Si intreccia il mercato dei toscani e quello del Benevento. Il club di Corsi punta l’attaccante Massimo Coda dei campani, che intanto sono in piena corsa proprio con l’Empoli per arrivare a Mancuso (Juventus), obiettivo numero uno dichiarato di entrambe per il reparto avanzato. L’ex Pescara sta riflettendo sul futuro, visto che ha anche l’ipotesi Verona in A. Sono inoltre previsti nuovi aggiornamenti tra Benevento e Pescara per Brugman, altro grande obiettivo per il centrocampo“.

Il Mattino dedica, infine, spazio all’incontro tra l’agente dell’Hispanico e la società giallorossa: “Il Benevento e Massimo Coda non sono più distanti come qualche giorno fa, ma neppure troppo vicini. L’incontro di ieri mattina a Napoli tra Pasquale Foggia e l’agente del bomber di Cava de’ Tirreni, Beppe Galli, alla fine è stato interlocutorio. Le parti si sono aggiornate: il diesse ha fatto la sua proposta di rinnovo e spiegato la filosofia con cui sta approcciando con tutti i calciatori. E cioè massimo rispetto per tutti, ma follie per nessuno. Tuttavia ha evidenziato come la società abbia intenzione di tenere Coda senza dissanguarsi, ma dimostrandolo con un ulteriore sforzo per diminuire il divario tra quanto offerto e le richieste dell’entourage del giocatore. Non certo musica per le orecchie del procuratore, ma neppure una chiusura totale. La sensazione è che la trattativa andrà avanti, considerati anche gli ottimi rapporti tra Foggia e lo staff che gestisce gli interessi con di Coda, con qualche altro step. Gli agenti cominceranno anche a valutare qualcosa di diverso, pur con la permanenza nel Sannio come priorità, laddove non ci fossero proposte-choc“.