Benevento-Cosenza tra esperienze gastronomiche e ospitalità

Dopo l’entusiasmante trasferta Salernitana torniamo a Benevento per accogliere la compagine calcistica di Cosenza, una città ricca d’arte, storia (è anche detta la Atene di Calabria) e chicche gastronomiche, di cui racconteremo in occasione della sfida di ritorno.

Le statistiche e il posizionamento attuale in classifica delle due squadre non annunciano presagi favorevoli ai tifosi gialloblu, ma il calcio riserva sorprese, in specie a inizio stagione.

Offriamo, allora, incoraggiamento gastronomico ai tifosi gialloblu, sperando accorrano numerosi anche per visitare la nostra città. Speriamo si gemellino con alcune nostre prelibatezze.

Il bar Collarile in piazza san Modesto, non lontano dallo stadio, non è certo una mera rivendita di biglietti, piuttosto può pensarsi come una sorta di cuore pulsante del tifo giallorosso. Nello spirito che ci ostiniamo a ritenere non utopistico di questa rubrica, potrebbe essere quello il luogo in cui finito l’ardore agonistico della partita, le persone possano condividere un piacevole TERZO TEMPO mangiando i saporiti gelati alle creme e sorseggiando un goccetto di Strega. Il gelato dei fratelli Collarile è l’abbandono dopo lo stress e l’entusiasmo per l’acquisto dei biglietti, è un corollario emotivo al tifo. Proprio per questo può ben suggellare il superamento dell’ardore da competizione, il tempo dell’incontro.

Per i calabri che volessero intrattenersi dopo la partita in una serata non impegnativa con un’esperienza esclusiva, segnaliamo il pub Ollivanders, ispirato alla famosa saga di Harry Potter. I panini sono ottimi, la location è strepitosamente arredata (realizzazione, per altro, di una ditta calabra) e da qualche tempo c’è anche spazio all’aperto, lungo le mura dell’antico stabile che ospita il locale. Tra le bevande offerte c’è anche la famosa burrobirra, bibita analcolica degli allievi di Hogwarts.

Dopo cena, pochi passi a piedi e si arriva alla magnificenza dell’Arco di Traiano.

 

Bar Gelateria Fratelli Collarile

Piazza San Modesto, 36

 

Ollivanders Pub

Viale dei Rettori, 34

342 958 3836

www.ilgourman.it

 

Condividi:
Informazioni su Antonio Medici 4 Articoli
Antonio Medici vive appassionatamente e mangia con ironica ingordigia. Usa il cibo come pretesto per raccontare storie di luoghi e persone e pure qualche vizio contemporaneo. Gli manca un sorso per essere sommelier. Cura rubriche gastronomiche per il Roma, il Sannio.