Benevento – L’ambiente fa il pieno d’interventi

Una manovra da 170 milioni di euro, che prevede massicci investimenti nel settore della viabiltà e dei trasporti e nella gestione del territorio e dell’ambiente, senza comportare però alcun aumento delle tariffe e delle imposte comunali. Ed il tutto nel pieno rispetto del cosiddetto “patto di stabilità”. Sono queste, in sintesi, le linee guida del bilancio di previsione 2005 che il Comune di Benevento si appresta a presentare nelle prossime settimane.

“A fronte di una capacità di indebitamento di circa 120 milioni di euro determinata dalla contrazione di mutui trentennali – spiega il direttore generale, Nicola Boccalone -, per l’anno corrente l’ente si è impegnato a contrarre mutui per 15 milioni di euro. E cioè nel pieno rispetto delle regole imposte dal “patto di stabilità”. Le spese in conto capitale mantengono il loro costante incremento e, particolare non trascurabile, il 90% della spesa prevista per gli investimenti ha natura di finanza derivata. Ciò significa che non verrà scalfito minimamente l’attuale equilibrio economico-finanziario tra l’ente ed i cittadini. In pratica, quindi, è previsto il mantenimento dei livelli impositivi e tariffari dell’esercizio finanziario dello scorso anno”. L’aliquota Ici per la prima casa, ad esempio, resterà al 6 per 1000. Il bilancio prevede, in particolare, 8 milioni di euro come spesa di investimento per l’amministrazione, la gestione ed il controllo, 8 milioni di euro per la giustizia, 3,4 milioni di euro per l’istruzione, 1,8 milioni di euro per i beni culturali, 1,2 milioni di euro per lo sport, 44,6 milioni di euro per la viabilità ed i trasporti, 50 milioni di euro per la gestione del territorio e dell’ambiente, 9,6 milioni di euro per lo sviluppo economico ed infine 400 mila euro per il settore sociale, a cui va aggiunto il milione di euro previsto per gli interventi relativi alla legge 328. E, sempre in tema di investimenti, va poi tenuto conto delle spese derivanti dagli esercizi finanziari precedenti, che ammontano a circa 125 milioni di euro e sono relativi ad interventi in corso di realizzazione (vedi la ristrutturazione di palazzo Paolo V, del teatro De Simone e dell’auditorium S. Nicola, il rifacimento di viale Atlantici e corso Garibaldi, la costruzione della sede dell’Asia e della scuola media Moscati e gli interventi relativi al Lungo Sabato Boulevard, all’Arco del Sacramento, al Mulino Acqualonga e a piazza Caio Ponzio Telesino).

“La chiave di lettura della differenza tra la capacità di indebitamento e quella d’investimento – spiega l’assessore alle Finanze, Costanzo Di Pietro – è data dalla capacità di attrazione delle risorse sia nella gestione corrente che nella parte strutturale del bilancio, che finanzia le spese di investimento.

Ciò è possibile perchè l’ente negli scorsi anni ha colto le varie opportunità che si sono presentate, e cioè la ristrutturazione della massa debitoria (vedi da ultimo lo Swap), la dismissione di parte del patrimonio, l’attivazione di processi di esternalizzazione di attività relative a servizi pubblici e la capacità di gestione del territorio in termini tributari e patrimoniali”.

BI. NUZ. (dal Sole 24 Ore – Sud del 25 marzo 2005)

Condividi

Informazioni su Billy Nuzzolillo 215 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma , Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Ha, inoltre,  ideato e organizzato numerosi eventi, tra cui  la rassegna Nonsololibri e la Settimana della legalità. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

2 Commenti

  1. Complimenti al Sannio Quotidiano: ieri ha copiato integralmente questo articolo, spacciandolo per proprio. Ottimo esempio di giornalismo…. ehheehehe!!!!

Rispondi