Massimo Coda al Corriere dello Sport: “Avanti così a testa bassa”

Foto di Saverio Minicozzi

Condividi

È la prima volta che stiamo lassù in classica, dobbiamo andare avanti così a testa bassa. Abbiamo due trasferte di la, in palio ci sono punti pesanti. E noi li vogliamo“. Parola di Massimo Coda che, intervistato da Ettore Intorcia sul Corriere dello Sport oggi in edicola, lancia la sfida a Brescia e Palermo e prova a raccontare cos’è cambiato nel Benevento negli ultimi tempi: “È cambiata la mentalità, innanzitutto. E siamo diventati molto più solidi rispetto all’inizio della stagione, quando facevamo anche tre gol a partita ma ne prendevamo magari altrettanti. Questo assetto tattico, il 3-5-2, ci permette di stare raccolti in pochi metri, il che rende più facile esprimere il nostro calcio. Siamo partiti sfruttando molto le individualità in attacco ma senza solidità. Ora possiamo vincere anche segnando un solo gol a partita. E in città c’è tanto entusiasmo“.

Bucchi e i nuovi arrivi di gennaio

Coda ha, poi, raccontato del suo rapporto con Cristian Bucchi ( “Mi ha dato tantissima ducia, pretende tanto da me e fa bene. Cerca di trasmettermi tutta la sua esperienza di attaccante in allenamento, io lo seguo. È eccezionale“) e del clima esistente all’interno della squadra (“Siamo tutti più sereni, i risultati
arrivando e si è creato davvero un bel clima nello spogliatoio, mancava da un pò. In estate la squadra è cambiata tanto, bisognava abituarsi alla nuova categoria e imparare a conoscersi. Alla ne i risultati aiutano a costruire il gruppo“). Un cenno, infine, anche agli acquisti di gennaio: “Crisetig e Caldirola sono ottime scelte e lo stanno dimostrando. Due bravissimi ragazzi, l’inserimento in gruppo è stato facilissimo“.

Condividi

Informazioni su Billy Nuzzolillo 330 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi