Antonio Vacca Jr: “Quella volta esagerai. Nessun rancore verso i beneventani”

Foto tratta dal sito GianlucaDiMarzio.com

Condividi

Lo show di Antonio Vacca Jr in sala stampa al termine dell’incontro Foggia-Benevento disputatosi il 30 gennaio 2016 resta ancora oggi uno dei peggiori esempi di trash calcistico.

L’esibizione, tra l’altro, costò un mese di squalifica all’ex golden boy del vivaio giallorosso e un’ammenda di 500 euro alla società rossonera per responsabilità oggettiva in quanto, secondo la Procura Federale, Vacca violò i principi di lealtà, correttezza e probità del codice di giustizia sportiva e alimentò un clima ostile tra le opposte tifoserie.

Le donne beneventane

A distanza di circa due anni, il calciatore di Secondigliano, attualmente in forza alla Casertana, è tornato sull’episodio in un’intervista rilasciata a Lorenzo Buconi sul sito GianlucaDiMarzio.com: Faccio una premessa, non porto rancore verso i beneventani, ci mancherebbe. Io sono una persona schietta, spontanea, mi è uscita quella frase in quel momento lì. Ero nervoso, con l’adrenalina della partita ancora in corpo, dopo una settimana nella quale avevo subito insulti e provocazioni sui social dai tifosi avversari. Sono stato poco professionale e lo ammetto, ma tu giornalista non puoi chiedermi ‘se sono uomo’. Che poi oh, tutti gli anni che sono stato a Benevento avessi visto una femmina…

La stima per De Zerbi

Nell’intervista Antonio Vacca Jr, ancora una volta, tesse le lodi dell’ex allenatore del Benevento, Roberto De Zerbi, che scommise su di lui ai tempi del Foggia: “Si vedeva che aveva un altro passo. E’ un fenomeno. Ai miei compagni dicevo: Vedete che il mister tra tre anni allena in Serie A. Oggi lo dico a te: De Zerbi fra due anni allenerà un club come il Barcellona o il Liverpool. E’ un passo avanti a tutti, un mostro, ti tira fuori tutto quello che hai dentro, unico davvero”.

La battuta su Ciciretti

Non manca, infine, nemmeno una simpatica battuta nei confronti di un altro ex giallorosso, Amato Ciciretti, con cui lo scorso anno ha giocato la seconda parte della stagione nelle fila del Parma: “Ti dirò che non è così ignorante come sembra (ride), è un ragazzo di cuore. Ha solo un grosso difetto: si veste in maniera imbarazzante!”

Condividi

Informazioni su Billy Nuzzolillo 134 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma , Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Ha, inoltre,  ideato e organizzato numerosi eventi, tra cui  la rassegna Nonsololibri e la Settimana della legalità. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

Commenta per primo

Rispondi