A Sant’Agata dei Goti va in scena il “miracolo” del campo che fa acqua da tutte le parti

foto tratta da Facebook

Condividi

“Un sogno diventato realtà grazie al lavoro ed alla solerzia del governo cittadino, che dal 2009 ad oggi ha materialmente seguito ed eseguito questo progetto. Dopo anni di esitazioni e perplessità amministrative rispetto alla questione Campo Sportivo siamo riusciti a dare una ulteriore, l’ennesima, risposta concreta alla nostra città ed a chi, da circa 30 anni, attendeva che quel Campo venisse realizzato”.

Così parlò sindaco di Sant’Agata dei Goti, Carmine Valentino, alla vigilia dell’inaugurazione del nuovo stadio comunale “Ugo Ievoli”, avvenuta poi in pompa magna il 19 settembre 2015  con la benedizione laica del sottosegretario di Stato, Umberto Del Basso De Caro, e quella religiosa del vescovo Michele De Rosa.

Si sa, però, che non tutte le ciambelle vengono col buco, soprattutto al sindaco Valentino, che ha sempre aspirato a fare miracoli ma il cui cammino è stato costellato per lo più da clamorosi fallimenti: dal film di Alessandro Siani, che doveva trasformare Sant’Agata dei Goti in una nuova Castellabate e si è rivelato invece un clamoroso flop, all’elezione di Bill De Blasio a sindaco di New York, che avrebbe dovuto proiettare la cittadina addirittura in una dimensione internazionale!

E così, a soli cinque anni dall’inaugurazione e nonostante i 300.000 euro spesi per realizzarlo,  anche lo stadio di contrada Capellino è finito in questi giorni nel lungo elenco dei disastri valentiniani. La Giunta lo scorso 11 dicembre ha infatti approvato un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la rigenerazione e il completamento dello stadio “Ugo Ievoli”. In pratica è stato previsto un investimento di circa 800.000 euro per la realizzazione di un manto in erba sintetica, oltre che per l’impermeabilizzazione degli spalti e la realizzazione di un campo di calcio a cinque, perché il fondo in erba naturale continua a presentare problemi di tenuta e drenaggio, a dispetto anche dei lavori realizzati dopo l’inaugurazione sia dal Comune che dalla Virtus Goti per rimediare al disastro.

In pratica, la Giunta guidata da Valentino ha deliberato il proprio fallimento. L’ennesimo di una lunga serie, a dispetto delle roboanti dichiarazioni rilasciate al momento dell’inaugurazione: “Questa Amministrazione ha lavorato con concretezza ed oggi possiamo, finalmente, godere di una struttura che ha il sapore della vittoria, non solo per lo sport ma per l’intera comunità”. Peccato che sia rivelata invece l’ennesima vittoria di Pirro del sindaco dei miracoli (mancati)

Condividi

Informazioni su Billy Nuzzolillo 133 Articoli
Ha collaborato con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, la Voce di Indro Montanelli, il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, il Roma , Campania Sport e il Napolista e ha scritto i libri Cerreto Sannita: un modello di ricostruzione post-sismica (Edizioni Sanniopress – 2002) e Il sindaco dei miracoli (Aesse Edizioni – 2014). Nel 1999 ha fondato Sanniopress, il primo sito d’informazione della provincia di Benevento, ed è stato assunto come addetto stampa al Comune di Benevento, dove tuttora lavora. Ha, inoltre,  ideato e organizzato numerosi eventi, tra cui  la rassegna Nonsololibri e la Settimana della legalità. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marzani per il giornalismo ed è stato insignito con una targa nell’ambito della Giornata Antiracketper aver dato voce alla legalità e portato alla luce le pratiche sommerse del malaffare”. Negli ultimi anni è tornato ad occuparsi stabilmente di calcio, anche in veste di commentatore televisivo.

1 Commento

  1. 1 milione di euro per una struttura del genere, che si ritrova in quelle condizioni, mentre le viabilità delle strade comunali stanno al livello di quelle sterrante in Burundi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*